Cara New York ti scrivo

Cara NewYork ti scrivo e ti dico grazie.


Così immensa eppure nelle tue strade mi sento a casa. Mi trasmetti energia, passione, voglia di superare i miei limiti. Sei frenetica, esageratamente, ma non smetti mai di brillare. Sei l’eccesso, sei senza mezze misure, o tutto o niente, sei energia allo stato puro. Sei una città sempre attiva, piena di cose da fare, posti da vedere o ascoltare con anima e cuore. Pioggia, vento, neve…non ti ferma nessuno. Mi fai sentire bene, così come a casa, mi fai sentire nel posto giusto. Mi trasmetti sempre quella sensazione che tutto è possibile. Mi viene da definirti la capitale del mondo. Il centro di tutto.

Non ero così curiosa di vedere New York prima di ritrovarmi qui. Mi sarebbe piaciuto andare si, ma non era uno di quei posti che mettevo tra i primi nella lista forse. Di città grandi ne ho viste tante ma nessuna mi ha trasmesso questo tipo di emozioni. Posso usare tutte le parole del mondo, ma giuro se non le provi, certe emozioni non si possono capire.

Cara New York ti dico grazie per essere piena di opportunità tutto l’anno, ogni giorno è speciale. A Natale sei davvero magica. Se la maggior parte dei film sono ambientati qui, ora capisco il perché. C’è un’atmosfera incantevole, ogni angolo decorato a tema e luci e musica accompagnano ogni passo. C’è un’atmosfera quasi surreale ma sembra un momento già vissuto. Ci si sente quasi in un film dove invece di essere lo spettatore, ci si ritrova improvvisamente protagonista. Una delle tradizioni fisse a New York è lo storico spettacolo “Rockettes” a radio city music hall, dove si esibiscono artisti di fama internazionale. Questo posto a Natale si trasforma. Tutto è rosso, verde, a forma di babbo natale ed elfo. Lo spettacolo ti trasporta quasi in un altro mondo e ti fa riscoprire la bellezza di essere bambini. Una di quelle cose da fare almeno una volta nella vita, si, perché immagini come queste, rimarranno per sempre dentro di voi, così come è successo a me.


New York è una di quelle cose di cui non ne avrai mai abbastanza. È un po’ come innamorarsi, sempre e comunque ti rimane nel cuore.

Sono persone vere, si

English Version

Dear New York, I’m writing to you

Dear NewYork I am writing to you and I thank you.


So immense and yet in your streets I feel at home. You transmit energy, passion, desire to overcome my limits. You’re frantic, over the top, but you never stop shining. You are the excess, you are without half measures, or all or nothing, you are pure energy. You are a city that is always active, full of things to do, places to see or listen with heart and soul. Rain, wind, snow … nobody stops you. You make me feel good, like at home, you make me feel in the right place. You always transmit that feeling that everything is possible. The capital of the world comes to me. The center of everything.

I was not so curious to see New York before I found myself here. I would have liked to go, but it was not one of those places that I was among the first on the list, perhaps. I have seen many great cities, but none has transmitted this kind of emotion to me. I can use all the words in the world, but I swear if you do not try them, some emotions can not be understood.

Dear New York, I thank you for being full of opportunities all year, every day is special.At Christmas you are really magical. If most of the films are set here, now I understand why. There is a charming atmosphere, every corner decorated with a theme and lights and music accompany every step. There is an almost surreal atmosphere but it seems like an already lived moment. One feels almost in a film where instead of being the spectator, one suddenly finds himself protagonist. One of the fixed traditions in New York is the historic “Rockettes” show at the radio city music hall, where internationally renowned artists perform. This place changes at Christmas. Everything is red, green, shaped like Santa Claus and elf. The show takes you almost into another world and makes you rediscover the beauty of being a child. One of those things to do at least once in your life, yes, because images like these, will remain forever inside of you, as happened to me.


New York is one of those things you will never get enough of. It’s a bit like falling in love, always and in any case it remain in your heart.

Published by

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...