A Coffee, please!

Avete mai riflettuto su quanto un semplice caffè leghi le persone? Una semplice bevanda capace di aprire ore di conversazioni, un prodotto semplice sul quale ognuno può dire la sua tradizione nel prepararlo, ad ognuno piace berlo in momenti diversi e in modi diversi. Quanti “andiamo a prendere un caffè?” avete sentito nella vostra vita?…quanti “macchiato freddo grazie” o forse “macchiato caldo, per favore” ma sopratutto a noi italiani piace l’espresso, il caffè non troppo lungo, un sapore profondo ed intenso. C’è chi ama svegliarsi con l’odore del caffè, chi ne ha assolutamente bisogno e a chi piace condividerlo con una buona compagnia. Esistono più di cento varietà di caffè. Cosa cambia tra una varietà di caffè e l’altra? Tra un tipo di caffè e l’altro cambia sicuramente il gusto, più o meno forte dal diverso aroma; il contenuto di caffeina che può essere maggiore o minore; l’adattabilità ai diversi climi e terreni. Il caffè cosi come le persone. Ognuno di noi ha i propri gusti, c’è chi è più forte e chi dovrebbe esserlo di più, chi ha la pelle di un colore diverso e chi la forma degli occhi dovuto all’adattabilità ai diversi climi e terreni. Cosi come il caffè il mondo è bello perché è vario. Ho sempre preferito il caffè italiano a quello americano ma come su ogni cosa bisogna valutarlo anche da una diversa prospettiva. Un caffè americano è in grado di tenerti compagnia più a lungo durante la lettura di un buon libro, ti scalda durante il tragitto per il arrivare al lavoro durante i freddi inverni e ti fa capire che infondo cambiare non è cosi male! Ho bisogno che ogni giorno succeda qualcosa di nuovo, per sentire che la mia vita va avanti. Oggi ho bevuto un caffè. Ieri anche. La differenza tra ieri e oggi è il modo in cui l’ho bevuto e il gusto del caffè. Ieri mi sono gustata un espresso, un momento veloce e simbolico, un momento che mi lega alle mie tradizioni soprattutto per la buona compagnia da cui ero circondata. Oggi ho sorseggiato un caffè americano, decisamente più lungo e dal sapore diverso. L’ho apprezzato con calma in compagnia di un buon libro.

La vita è come il caffè: puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi, ma se lo vuoi far diventare dolce devi girare il cucchiaino. A stare fermi non succede niente.

English Version

A Coffee, please!

Have you ever thought about how a simple coffee ties people together? A simple drink capable of opening hours of conversations, a simple product on which everyone can tell his tradition in preparing it, everyone likes to drink it at different times and in different ways. How many “are we going to have a coffee?” Have you heard in your life? … how many “cold stained thanks” or perhaps “stained hot, please” but above all we Italians like espresso, not too long coffee, a deep taste and intense. Some people love to wake up with the smell of coffee, those who absolutely need it and those who like to share it with good company. There are more than a hundred varieties of coffee. What changes between a variety of coffee and another? The taste certainly changes between one type of coffee and another, more or less strong with a different aroma; the caffeine content which may be higher or lower; adaptability to different climates and terrains. Coffee as well as people. Each of us has our own tastes, there are those who are stronger and who should be more so, those with different skin colors and those with eye shapes due to adaptability to different climates and terrains. Like coffee, the world is beautiful because it is varied. I have always preferred Italian to American coffee, but as with everything else, it must also be evaluated from a different perspective. An American coffee is able to keep you company longer while reading a good book, it warms you up during the journey to get to work during the cold winters and makes you realize that the change is not so bad! I need something new to happen every day, to feel that my life goes on.Today I drank coffee. Yesterday too. The difference between yesterday and today is the way I drank it and the taste of coffee. Yesterday I enjoyed an espresso, a quick and symbolic moment, a moment that binds me to my traditions especially for the good company I was surrounded by. Today I sipped an American coffee, definitely longer and with a different flavor. I enjoyed it calmly in the company of a good book.

 Life is like coffee: you can put all the sugar you want, but if you want it to become sweet you have to turn the spoon. Nothing stands still. 

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...