Chi siamo gli uni senza gli altri

Viaggiare è come andare avanti e indietro nel tempo, alcune destinazioni ti permettono di allargare il tuo orizzonte sul futuro e scoprire cose che non conoscevi nella tua realtà. Altre destinazioni invece di permettono di fare un passo indietro e ti pongono domande del tipo “è veramente meglio al momento o alcune cose erano meglio in passato?”. La vera domanda in realtà sarebbe “meglio in passato o nella realtà presente di alcuni individui?”

Nelle giornate in cui invece dobbiamo stare a casa oltre al viaggiare dalla cucina al salotto ed esplorare le nostre abitazioni, la nostra mente continua ad elaborare concetti, idee e non si ferma mai.

Nei periodi più bui è mantenere la nostra mente sana che ci aiuta a svolgere la nostra quotidianità nel migliore dei modi perché ciò che pensi diventa ciò che fai e ciò che fai diventa chi sei. Come diceva Albert Einstein “In mezzo a qualsiasi difficoltà si trova una opportunità” e penso che questa frase sia ciò che dovremmo ripeterci sempre, soprattutto in questo periodo.

Prendetevi del tempo per ripartire da voi stessi. Liberate la testa dalle negatività che vi impediscono di essere produttivi. Nel farlo io mi concentro su delle foto di momenti in cui ero davvero felice. Ricordi che solo al pensiero ho la pelle d’oca o mi strappano un sorriso. Io, nei momenti bui, riparto da lì. Riparto da lì perché trovo in quei ricordi gli stimoli giusti per continuare sulla stessa lunghezza d’onda.

-Come sono arrivata/o a quel momento?

-Cosa mi fa davvero felice?

-Come muovermi in quella direzione?

Queste domande credo siano utili più o meno a tutti per interrogarsi su se stessi. In questo periodo approfittiamo per capire “chi siamo gli uni senza gli altri“. Chi ha fatto esperienze di viaggio in solitaria o ha deciso di immergersi in nuove avventure senza nessun amico o conoscente forse lo saprà già, chi invece ha sempre voluto farlo ma non ha mai trovato il coraggio necessario o il momento giusto, ecco questo può essere uno dei quei momenti.

Riguardati quelle foto strappa sorrisi e ricordati di vivere questo tipo di emozioni, sempre.

Chiusi in casa a volte la motivazione è scarsa, vero, capita a tutti, però alziamoci ogni giorno ricordandoci della fortuna che abbiamo, troviamo i lati positivi delle cose che ci circondano. Per delle persone che ho conosciuto, le nostre case sarebbero un’intera città di risorse, un parco giochi di cose da fare e il pensiero che noi siamo qui a lamentarci loro non ne vedono il motivo. Proviamo a vedere le nostre case piene di cose e tecnologie con i loro occhi. Dai sfogo alla tua creatività, usa questo tempo a disposizione tutto per te per migliorarti e approfondire tematiche riguardanti le tue passioni, hobby.

Svegliati.

Tu hai un certo tipo di capacità dentro te stesso.

Tu hai un certo tipo di energia che ti è stata data.

Imposta degli obiettivi e costruisci cose attraverso quell’energia.

Smetti di lamentarti riguardo ciò che non hai e focalizzati su ciò che hai, vedrai, tutto cambierà.

Ogni giorno è un nuovo inizio.

Non sprecarlo in cose che non sono importanti per te.

English Version

Who we are without each other

Traveling is like going back and forth in time, some destinations allow you to broaden your horizon on the future and discover things you didn’t know in your reality. Other destinations instead of allowing you to step back and ask you questions like “is it really better at the moment or were some things better in the past?”. The real question would actually be “better in the past or in the present reality of some individuals?”

On the days when we have to stay at home in addition to traveling from the kitchen to the living room and exploring our homes, our mind continues to elaborate concepts, ideas and never stops.

In the darkest periods it is keeping our mind healthy which helps us to carry out our daily lives in the best way because what you think becomes what you do and what you do becomes who you are. As Albert Einstein said ” In the midst of any difficulty there is an opportunity ” and I think this phrase is what we should always repeat, especially in this period.

Take some time to start with yourself. Free your head from the negativities that prevent you from being productive. In doing so I focus on photos of moments when I was really happy. Remember that just at the thought I have goosebumps or tear me a smile. I, in the dark moments, start from there. I start from there because I find in those memories the right stimuli to continue on the same wavelength.

-How did I get to that moment?

-What makes me really happy?

-How to move in that direction?

I think these questions are more or less useful for everyone to ask themselves questions. In this period we take the opportunity to understand ” who we are without one another “. Those who have made solo travel experiences or have decided to immerse themselves in new adventures without any friend or acquaintance perhaps will already know, who instead has always wanted to do it but has never found the necessary courage or the right time, here is this can be one of those moments.

Look at those photos and snatch smiles and remember to live this type of emotion, always .

Closed at home sometimes the motivation is poor, true, it happens to everyone, however we get up every day remembering the luck we have, we find the positive sides of the things that surround us. For people I’ve known, our homes would be an entire city of resources, a playground of things to do and the thought that we are here to complain they don’t see why. Let’s try to see our houses full of things and technologies with their own eyes. Give vent to your creativity, use this time available all for you to improve and deepen themes concerning your passions, hobbies.

Wake up.

You have a certain type of ability within yourself.

You have a certain type of energy that has been given to you.

Set goals and build things through that energy.

Stop complaining about what you don’t have and focus on what you have, you will see, everything will change.

Every day is a new beginning.

Don’t waste it on things that aren’t important to you.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...