Oggi viaggiamo insieme a Francesca Di Pietro, Travel Psychologist Coach

1. Come stai vivendo da viaggiatrice questo periodo di quarantena ?

La quarantena in sé la sto vivendo bene, ritmi lenti, è una eterna domenica, certo è strano pensare che la propria libertà sia così limitata, ma ovviamente il motivo è più che serio. Più per la mancanza di viaggio sono preoccupata per la mancanza di lavoro. Il settore turistico sarà quello più colpito, di sicuro per anni non si avrà più la facilità al viaggio di prima e quindi non so se mi ritroverò improvvisamente disoccupata.

2. Come occupi le tue giornate?

Le mie giornate sono molto simili a quelle di sempre quando sono a Roma, escludendo che non esco con gli amici di sera. Anzi sono molto più stancanti perchè la gestione della casa è tutta sulle mie spalle e devo cucinare per pranzo e cena ogni giorno, mentre di solito sono spesso fuori. Tendenzialmente : mi sveglio, porto giù il cane, rassetto casa, mi prendo cura di me, lavoro, riporto giù il cane, cucino, lavoro, medito, faccio yoga ogni giorno e vedo un film e leggo, mi sono iscritta ad un paio di corsi, ma ho raramente il tempo per seguirli.

3. Che consiglio ti senti di dare a chi ti segue?

Direi che se questa quarantena vi regala del tempo in più investitolo facendo qualcosa di costruttivo e non guardando serie televisive, iniziate a inserire la meditazione come pratica quotidiana e dedicate del tempo, anche solo telefonico alle persone che amate.

4. Cosa ti sta facendo apprezzare questo periodo particolare?

Sono già una persona molto grata alla vita per quello che mi ha donato; questo periodo mi sta facendo capire che ogni giorno si deve essere grati anche per le cose più banali, perché anche quelle non sono scontate nella vita.

5. Progetti post quarantena ?

Parlare di post quarantena è difficile perché non si sa quando e come sarà, di sicuro non si aprirà tutto da un giorno all’altro. Quando potrò uscire vorrei vedere i miei amici e la mia famiglia, questa è sicuramente la priorità e poi mi manca il mare.

Grazie Francesca, precisa, dettagliata e realista però non dobbiamo scoraggiarci, nel frattempo potremmo iniziare a meditare! Grazie per i tuoi consigli sullo Yoga!

https://instagram.com/viaggiaredasoli?igshid=nffj72x4h8cw

English Version

Today we travel with Francesca Di Pietro, Travel Psychologist & Coach

  1. How are you living this quarantine period?

I am experiencing the quarantine well, slow rhythms, it is an eternal Sunday, it is certainly strange to think that one’s freedom is so limited, but obviously the reason is more than serious. More about the lack of travel I’m worried about the lack of work. The tourism sector will be the most affected, for sure for years you will no longer have the ease to travel before and therefore I don’t know if I will suddenly find myself unemployed.

2. How do you spend your days?

My days are very similar to those of all time when I’m in Rome, excluding that I don’t go out with friends in the evening. Indeed they are much more tiring because the management of the house is all on my shoulders and I have to cook for lunch and dinner every day, while I am usually often out. Basically: I wake up, take the dog down, tidy up the house, take care of myself, work, bring the dog down, cook, work, meditate, do yoga every day and see a movie and read, I enrolled in a couple of courses, but I rarely have the time to follow them.

3. Which advice do you would like to give to the people who follow you?

I would say that if this quarantine gives you more time invested in doing something constructive and not watching TV series, you start to insert meditation as a daily practice and dedicate time, even just by phone to the people you love.

4. What this period is letting you appreciate more of?

I am already a person very grateful to life for what he has given me; this period is making me understand that every day one must be grateful for even the most banal things, because even those are not taken for granted in life.

5. Projects after the quarantine?

Talking about post quarantine is difficult because you don’t know when and how it will be, it certainly won’t open all day. When I can go out I would like to see my friends and family, this is definitely the priority and then I miss the sea.

Thanks Francesca, precise, detailed and realistic but we must not be discouraged, in the meantime we could start meditating! Thanks for your advice on Yoga!

https://instagram.com/viaggiaredasoli?igshid=nffj72x4h8cw

2 commenti

  1. fare yoga è un’ottima cosa per lo spirito e per il corpo. Riguardo il settore turistico in effetti i danni per chi ci lavora saranno ingenti, e probabilmente si estenderanno anche dopo questo periodo di quarantena, il ritorno alla vita di prima richiederà forse anni…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...