semplicemente me

Se per caso sei finito/a su questa pagina magari ti starai chiedendo chi sono o perché ho creato questo blog. Descrivere se stessi non è mai facile, magari si preferisce essere descritti da altri per evitare di elogiarsi o sottovalutarsi, ma in fondo non c’è nessuno o per lo meno sono poche le persone che siano in grado di descriverci al meglio come noi stessi possiamo fare! Si lo so c’è un gran gioco di parole nella frase sopra, ma il concetto è chiaro! Il passaporto dice che mi chiamo Pamela, ma tutti mi chiamano Pami, ho 20 anni e sono follemente innamorata del mondo, lo spirito d’avventura e l’amore per il rischio fanno parte di me e la maggior parte del tempo mi ritrovo con la mia valigia in mano. Ogni valigia che faccio è una storia in più da raccontare! Ho iniziato a viaggiare grazie ai miei genitori, i quali ringrazierò sempre per avermi fatta diventare quella che sono, davvero, devo molto a loro. E’ nato tutto per gioco, dalle cosiddette e attesissime “vacanze di famiglia”. Per molti anni abbiamo trascorso le nostre vacanze in Egitto, Spagna e molto spesso in montagna con dei nostri cari amici, i cui ricordi sono ancora vivi nella mia mente, impossibile dimenticare momenti cosi belli fatti di risate, condivisione e amicizia! Anno dopo anno come da tradizione trascorrevamo le nostre vacanze di natale in vacanza. Crescendo ho avuto delle prime opportunità di viaggiare sola. All’età di 11 anni ho fatto la mia prima vacanza-studio a Frontignano, una bellissima opportunità per poter iniziare a muovermi senza genitori e migliorare il mio inglese divertendomi e visitando posti nuovi, cosi soddisfatta dell’esperienza l’anno successivo sono andata a Malta e Dublino l’anno dopo.
Ho dei ricordi fantastici in ognuna di queste vacanze in cui ho avuto l’occasione di conoscere nuove persone e scambiare nuove opinioni, è sempre un piacere raccontare questi ricordi. Oltre a queste opportunità ho continuato a viaggiare con la mia famiglia e da li a poco siamo stati a Dubai, in crociera ai Caraibi, negli Stati Uniti, in Argentina…
Attraverso questi viaggi ho iniziato a cambiare il mio punto di vista sulle vacanze, ho iniziato a provare delle emozioni, come se quei viaggi avessero risvegliato qualcosa in me, mi sono sentita cambiata, migliore e con tanti altri punti di vista! Questa grande passione che è nata in me, mi ha spinta a condividere foto e pensieri su Instagram, uno dei social che uso più spesso dopo Whatsapp, perché mano a mano le emozioni che provavo erano molto forti e sentivo in bisogno di condividerle, mi piace scrivere, l’ho sempre fatto da quando ero piccola, ho scritto circa 14 diari li conservo tutt’ora rileggendoli ogni tanto, amo rendere eterne certe emozioni o certi momenti cosi come li ho provati tal giorno,  mi piace condividere cose buffe e divertenti o semplicemente nuovi luoghi, posso definirlo un hobby o meglio uno dei miei hobby preferiti dovuto anche all’amore per la fotografia. In seguito ho continuato a fare vacanze studio, dall’Inghilterra sono passata alla Florida, Miami e Key west. Le scuole superiori mi hanno dato l’opportunità di continuare a viaggiare grazie alle gite scolastiche, da Norcia a Strasburgo, Da Vienna a Londra, in più ho partecipato a due scambi scolastici, in cui si ospita e si è ospitati, con l’Australia e il Cile. Scrivendo il percorso dei miei viaggi mi rendo conto di quanto sia fortunata per aver potuto fare tutte queste esperienze, sopratutto ringrazio i miei genitori che lo hanno reso possibile! La vita è fatta di scelte dietro alle quali ci sono dei sacrifici. All’età di 18 anni sono partita per un’esperienza lavorativa negli Stati Uniti e sono diventata una ragazza alla pari “au pair”, nel Connecticut (45 minuti di treno/macchina da New York). Un’esperienza incredibile durata 13 mesi, mi ha fatta crescere a maturare e mi ha reso una persona migliore con tantissimi punti di vista in più.
Oggi non rincorro più nessuno, vado ovunque anche da sola.
Oggi ho imparato a godermi i miei spazi, il silenzio, la mia compagnia.
Sono felice dove sono.
Con qualcuno o nessuno.
Semplicemente così.
Leggo un buon libro, guardo un bel film.
Mi godo tutto ciò che sono e che ho.